Scelti e prodotti per essere utilizzati all’interno della nostra azienda per la realizzazione dei muri perimetrali e divisori della nuova piattaforma di riciclaggio e per il contenimento delle scarpate, i blocchi in calcestruzzo hanno riscosso molto interesse in chi li ha visti posati in opera e ancora più in chi ci ha visto assemblarli.

La nostra azienda ha scelto questo sistema costruttivo proprio per le caratteristiche di modularità, rapidità di montaggio e versatilità, molto importanti per le future esigenze di ampliamento della piattaforma di trattamento dei rifiuti.

Infatti a differenza dei classici muri in cemento armato che devono essere demoliti e ricostruiti, questi blocchi potranno essere semplicemente spostati e ricollocati ogni volta che ne sorge la necessità.

Sono state proprio la modularità, la velocità di montaggio senza utilizzo di malte e colle e soprattutto il risparmio economico, a confronto con i classici muri in calcestruzzo, che ci hanno spinto a realizzarli anche per la vendita a terzi.

Il sistema di montaggio e la modularità si ispirano al sistema Lego®, infatti i blocchi in calcestruzzo hanno dei pioli nella parte superiore e degli incavi corrispondenti in quella inferiore che permettono un accoppiamento stabile e sicuro che, una volta assemblati tra loro, non li fa traslare lateralmente sotto l’effetto della spinta. Ciò li rende molto più sicuri e stabili rispetto ad un muro realizzato con i massi informi.

Con un peso del singolo blocco che attiva a sfiorare le 2,5 tonnellate e non essendo incollati tra loro da malta o cemento sono ideali per la realizzazione di muri di contenimento avendo anche come altra importante caratteristica un’alta capacità di drenaggio delle acque.

Anche nelle finiture visive c’è ampia possibilità di scelta. Possono essere prodotti non solo a faccia vista di cemento ma anche rivestiti con pietrame di varia natura oppure colorati.

Lo sviluppo di questo nuovo ramo aziendale nasce da una maggiore richiesta di materiali e prodotti innovativi da dover utilizzare nelle opere di ingegneria civile ed idraulica aumentando l’ecocompatibilità dell’opera stessa, oltre che dalla politica comunitaria mirata sermpre più al riciclo. Stiamo sviluppando infatti miscele di calcestruzzi contenenti inerti riciclati per la produzione di questi ed altri prefabbricati.

Le dimensioni realizzabili sono principalmente riconducibili alle sezioni 80×80 cm e 60×60 cm. Partendo da queste dimensioni si possono realizzare le varianti più piccole oltre che alcune forme speciali come il basamento oppure i finali superiori piani o a spiovente.

 

 

 

 

 

 

 

Dimensioni (cm) Descrizione
80x80x160

60x60x150

60x60x180

60x60x240

Blocco generico, viene utilizzato principalmente per realizzare muri alti e che devo sopportare forti spinte laterali. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.
80x80x160

60x60x120

 

Blocco di basamento, viene utilizzato per realizzare la base dei muri, permettendo di avere una base di appoggio più ampia e stabile su cui scaricare il peso della struttura.
80x80x160

60x60x150

60x60x180

Blocco terminale a spiovente, è utilizzato più comunemente nella sommità dei muri divisori. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.
80x80x160

60x60x150

60x60x180

60x60x240

Blocco terminale piano, viene utilizzato più comunemente nella sommità dei muri in cui si vuole lasciare un piano liscio e uniforme. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.
80x80x160

60x60x150

60x60x180

Blocco angolare, viene utilizzato nei casi in cui è necessario realizzare angoli differenti da quelli di 90°. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.
80x80x160

60x60x150

60x60x180

60x60x240

Blocco inclinato per terminare i muri divisori. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.
80x80x160

60x60x150

60x60x180

Blocco scalinata, viene utilizzato per la realizzazione di scale. Può essere diviso sia in senso longitudinale che trasversale in multipli di 40 o 30 cm.